Sports

Italia – Ucraina 3-0

1 luglio 2006

E’ sempre una [tag]gioia[/tag] diciamo pure immensa, festeggiare partite del genere, [tag]vincere[/tag] con un bel risultato e senza [tag]soffrire[/tag] come bestie, risparmiandoci collassi, attacchi di panico e di [tag]cuore[/tag], una partita giocata bene, finalmente con un’italia che ha dimostrato quello che e’ capace di fare, se parte col piede e la mentalita’ giusta.

Venerdì 30 giugno, ad [tag]Amburgo[/tag], l'[tag]Italia[/tag] supera per 3-0 l'[tag]Ucraina[/tag] e si guadagna la semifinale contro la [tag]Germania[/tag]. Insomma, scrive una pagina di storia e si appresta ad aprirne un’altra ancora più suggestiva! Sono stati i gol di Gianluca [tag]Zambrotta[/tag] al 6′ e di Luca [tag]Toni[/tag] ( doppietta al 59′ e 69′ ) a risolvere una sfida che soltanto ad inizio ripresa ha regalato qualche brivido.

La Nazionale è apparsa in grandi condizioni fisiche in tutti i suoi elementi, con Zambrotta, Perrotta, Gattuso e Camoranesi su tutti. E ci accorgiamo di aver quasi elencato l’intero centrocampo!

Nessuna ammonizione e porta di Buffon ancora inviolata, nonostante qualche brivido di troppo prima del raddoppio di Toni, giunto di testa su assist di Totti. Splendido, in particolare, un salvataggio da portiere di hockey effettuato da Zambrotta: tre ruoli ben interpretati, un gol, un assist ed il salvataggio in extremis, questo il ricco score complessivo dell’esterno di Lippi. Il c.t. ha ancora una volta gestito bene il gruppo e solo Amelia e Peruzzi non hanno ancora debuttato a Germania 2006.

“Pessottino siamo con te!” su un tricolore. Così gli azzurri hanno salutato al termine dell’incontro il compagno di tante battaglie, ora alle prese con la sfida più importante e difficile.

Gli azzurri scenderanno in campo a [tag]Dortmund[/tag], martedì 4 luglio, alle ore 21.00. Avversari i padroni di casa della Germania.

In caso di [tag]vittoria[/tag], la direzione sarà [tag]Berlino[/tag], per la finalissima del 9 luglio, in caso di sconfitta ci sarà comunque un’altra gara, a Stoccarda, sabato 8 luglio, per provare a salire sul podio.

Cos’altro aggiungere, facciamo i dovuti scongiuri, mi sembra di essere a lavoro quando parlo di infortunio che causa la [tag]morte[/tag], ma comunque, in questo caso e per questa partita dobbiamo vincere, la nazionale tedesca e’ forte, e’ arrivata alle semifinali, ma se potremo vedere l’Italia della partita contro l’Ucraina, avremo di certo possibilita’ maggiori per accedere alla finalissima.

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

Rispondi