Apple

Leopard Pro & Contro (parte 2)

2 dicembre 2007

Continuo l’avventura alle prese con il nuovo sistema operativo creato in quel di Cupertino, avevo finito il precedente post parlando di alcune delle novita’ nonche’ delle potenzialita’ che OSX 10.5 ha, come il nuovo Finder, Spaces, ecc, ma vi consiglio di leggere il post di qualche giorno fa’.
Continuo parlando di Boot Camp, per gli utenti mac veterani, sapranno gia’ di cosa sto parlando, con il passaggio ai processori LeopardIntel da parte di Apple, vi e’ la possibilita’ nativa di installare un sistema operativo Windows di ultima generazione (XP, Vista), sfruttando a pieno le potenzialita’ hardware del proprio mac senza dover installare un programma come Parallels o VMWare per virtualizzare il sistema operativo, beh, questa funzionalita’ e’ “nuova” su Leopard perche’ Boot Camp e’ presente gia’ nel SO e non va scaricato ed installato a parte come lo era per il predecessore Tiger.
Vi e’ ancora la nuova versione di Safari, la 3 per la precisione, che apporta al browser maggiore velocita’ e una maggiore compatibilita’ con i siti che si possono trovare nel grande web.
Ultima ma non per importanza Front Row detto in modo spartano e’ un riproduttore di elementi digitali come dvd, mp3 o altro integrato in OSX 10.5 che puo’ essere controllato comodamente tramite l’apple remote (il telecomandino fornito assieme al proprio mac) per gustarsi il proprio dvd preferito a tutto schermo e comodamente sul divano o letto. Front Row mostra un look tutto nuovo molto gradevole con i menu ancor piu’ intuitivi.
Siamo ahime’ arrivati ai Contro, devo sinceramente dire che non ne ho trovati molti, ma quei pochi non me li sarei mai aspettati dalla Apple, sono arrivato a pentirmi di aver installato questo OS appena uscito.
Il problema che mi ha fatto davvero inca**are e’ stato che il MacBook Pro andava in kernel panic ogni qualvolta caricavo sui miei siti un grande quantitativo di file con Transmit (client ftp), ogni volta che capitava inviavo il resoconto ad Apple sperando in una patch il piu’ presto possibile, navigando e cercando su Google, ho poi scoperto a non essere l’unico povero disgraziato ad avere tale problema, e con l’aggiornamento a 10.5.1 uscito un po’ di tempo fa’ mi sono rassegnato al fatto che tale problema verra’ risolto non presto.
Un altro contro e’ la mancata ottimizzazione del SO subito dopo l’installazione, io per fortuna non sono incorso in schermate blu o tempi di caricamento al primo avvio di qualche ora, la durata di tutto il mio processo di inizializzazione e installazione e’ durata qualche minuto piu’ di un ora, ma rispetto a Tiger dove si poteva eseguire un ottimizzazione subito dopo l’install beh questa e’ stata una mancanza.
Per il momento l’ultimo difettino che mi viene in mente e’ la velocita’, Leopard effettivamente funziona bene, graficamente accattivante, funzionale e tutti gli aggettivi positivi che si possono dare ad un prodotto Apple, ma rispetto a Tiger pecca un po’ in velocita’, sara’ la grafica, sara’ il mio MBP ormai obsoleto, ma ho notato dei tempi di caricamento leggermente successivi rispetto al predecessore. Questi tempi vengono poi recuperati una volta che il SO e’ pienamente funzionante, le applicazioni rispondono velocemente ma… essi’, c’e’ questo ma.
Per il momento penso sia tutto, e spero davvero che finisca qui, nel caso ci fossero novita’, saro’ qui a riportarle.
Leopard, un nuovo Mac nel MIO Mac.
Happy weekend, ormai quasi finito…

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

Rispondi