Così non va

ATM e raccolta differenziata

5 giugno 2010

Questa cosa risale a qualche mese fa’, mi ero ripromesso di parlarne, ed ecco che ora e’ il momento giusto, finalmente con questo post inauguro la categoria “Così non va”, ma non dilunghiamoci.

Era marzo 2010, nella metropolitana di Lotto, era sera, intorno alle 20 o giu’ di li’, il tempo di attesa della metropolitana era di circa 10-15min, ma non e’ di questo che mi lamento, bensi’ sull’altra banchina c’era l’operatore ecologico che si occupava della raccolta del pattume, con un carrellino ed un solo sacco per la spazzatura ha iniziato la raccolta, al principio non c’ho fatto caso, ma guardando mi sembrava ci fosse qualcosa che non andava, alche’ facendo piu’ attenzione ho notato che ripetutamente passava dal cassonetto bianco dedicato ai giornali e alla carta (nelle metro’ di milano ce ne sono diversi per ogni stazione, una grande cosa) a quello generico dove veniva buttato di butto, dalle gomme da masticare alle bottigliette d’acqua, ai cleanex usati a qualsiasi altra cosa si puo’ buttare in una pattumiera.

Beh secondo voi e’ normale? In citta’ come Milano, dove la raccolta differenziata e’ un obbligo e se non la segui ti multano e non poco, nella metropolitana nonostante i passeggeri facciano attenzione a differenziare la carta dal resto nei loro viaggi in metro’, il tutto viene reso vano.

Ora mi domando, chi gestisce la monnezza nel metro’? ATM? Amsa? Beh perche’ tutto questo accade? Voi sapete niente? Vi e’ capitato di vedere cose simili?

Io faccio la raccolta differenziata, ma se vedo queste cose e tutto il mio impegno viene reso vano da chi dovrebbe dare l’esempio… no, così non va!

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

Rispondi