~Cerbero's Blog

Quando la follia si trasforma in bits…

Di hosting e…

Di hosting se ne vedono una marea, se ne possono trovare di tutti i tipi a tutti i prezzi, ma attenzione, non sempre risparmiare e’ la scelta piu’ adeguata e non e’ nemmeno detto che spendere tanti soldi sia una scelta sicura.

Perche’ questo articolo? Perche’ ho avuto modo di testare uno tra gli hosting piu’ conosciuti e come dire a basso costo che si possono trovare in America.

Parlare di BlueHost, Hostmonster, DreamHost, etc, e’ parlare di servizi simili, con prezzi simili un numero imprecisato di persone sullo stesso server tirato fino a non farcela piu’ e ti offrono tutto illimitato. Beh personalmente ho avuto modo di testare Hostmonster e dopo i primi mesi di tranquillita’ e felicita’ per come andava il servizio mi sono dovuto ricredere in quanto c’erano sempre problemi, il server era lentissimo e stavo piu’ tempo a scrivere all’assistenza che fare altro. Infatti allo scadere del primo anno pagato, ho chiuso tutto e mi sono trasferito su un hosting serio e davvero affidabile come MediaTemple.

Certo il costo e di molto superiore, non ti offrono tutto illimitato ma quello che viene offerto e’ reale e i server funzionano bene.

Ma non e’ di questo che volevo parlare… o almeno non precisamente… ho avuto modo di aderire ad un’offerta di Hostable, cosa offriva? La bellezza di 3 anni di hosting completamente gratuiti o quasi, diciamo che lo davano gratuitamente ma per verificare l’identita’ chiedevano il pagamento “simbolico” di 0.99$ che in euro al momento del pagamento erano 0.71€.

Direte voi, per 71 centesimi che ti aspettavi? Beh, niente, pero’ se l’offerta era finalizzata ad acquisire clienti al termine dei 3 anni, con me hanno perso in partenza.

La cosa che mi ha deluso di piu’ e’ stata quella dell’assistenza e delle impostazioni del server, per aggiungere un dominio sappiamo che si puo’ procedere in due modi, cambiando i name servers o piu’ comodamente, almeno per me, impostare un record A che punti all’ip del server. Beh con Hostable, la seconda opzione non e’ contemplata… come non e’ comtemplata? Esatto! se si vuole aggiungere un dominio al server bisogna per forza impostare i name server sui loro e quindi aggiungere il dominio, in caso contrario, ogni volta che si vuole procedere solo con il record A bisogna aprire un ticket e chiedere che qualcuno dei loro tecnici lo faccia.

Questa cosa per me non e’ concepibile, io pago, o almeno in teoria tra 3 anni dovrei, voglio poter gestire i miei domini e il mio server, seppur condiviso autonomamente.

Ma non finisce qui, ho contattato piu’ volte l’assistenza tramite ticket, tempi di risposta infiniti, se va bene si riceve una risposta in 4-5 giorni, la qualita’ della risposta lascia molto a desiderare e fin’ora nonostante una marea di messaggi, non e’ stato risolto niente. Infatti ho chiesto molto semplicemente di avere la possibilita’ di aggiungere i domini tramite un semplice record A impostato a monte, una prima volta mi e’ stato detto che questa limitazione era stata tolta dal mio account, provo con un altro dominio e… niente da fare. Scrivo e riscrivo, e ora sono qui a sconsigliarvi assolutamente Hostable.

Ah, ci tengo a precisare, che le societa’ citate sopra con infrastrutture praticamente identiche ad hostable, offrono tali possibilita’ ed aggiungono anche ssh, e molte altre cose incluse nel prezzo standard, cosa che Hostable fa’ pagare a parte.

Tirando le somme, se dovete cambiare/trovare un hosting per i vostri siti, NON rivolgetevi assolutamente ad Hostable, perdereste i vostri soldi ed il vostro tempo, spendete qualche euro in piu’ ed affidatevi a qualcuno che ci tiene ai propri clienti.

Un’altra piccola cosa, ho scoperto che Aruba ha avuto un principio d’incendio nella sala UPS della sua server farm ad Arezzo e che quasi mezza Italia proiettata in rete e’ rimasta oscurata per un bel po’ di ore, beh Aruba e’ stata la mia prima societa’ a fornirmi un sito web e parlo di oltre 10 anni fa’, poco dopo ho visto che quello che offriva non era rapportato con un giusto prezzo, e il servizio non era all’altezza cosi’ ho cambiato, beh penso che molti dopo questo incidente abbiano fatto lo stesso, comunque girando in rete ho trovato questo video che mi ha fatto scompisciare dalle risate, vi consiglio di vederlo.

Attenzione, nel caso i sottotitoli non siano attivati automaticamente cliccate su “cc” per abilitarli, e godetevi la scena…

Arturo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto