eBuzzing

L’omeopatia secondo Christian Boiron

3 maggio 2011

 Il 19 aprile nella sede milanese di Boiron c'e' stato un incontro molto interessante sull'omeopatia. Ha partecipato Christian Boiron in persona, esponendo il suo punto di vista sull'omeopatia. L'incontro si e' tenuto con un bel gruppo di blogger, per creare un dibattito con i "non addetti ai lavori", e la cosa si e' rivelata davvero interessante.

Ma partiamo dal principio…  Arrivati nella sede milanese di Boiron Italia sono stato subito colpito dall'aspetto colorato e vivace degli uffici, il corridoio che portava alla sala del meeting era stato ancor piu' abbellito da dei quadretti dipinti "live" dall'artista Gregorio Mancino, che vedrete piu' avanti, dopo aver effettuato la registrazione e forniti di targhetta con il nome, e' iniziata la serata con un ricco buffet e una grande tavolata con alcuni dei medicinali omeopatici Boiron e documentazioni sui loro usi, tutto questo era supportato dai dipendenti a disposizione per illustrare i farmaci e togliere dubbi sul loro utilizzo.

Finita la fase di accoglienza e' arrivato Christian Boiron che si e' presentato a noi tutti, uno per uno, si e' proseguito per qualche altro minuto tra buffet e informazioni  fino all'inizio del "faccia a faccia" con il Re dell'omeopatia.

Il dibattito e' durato piu' di un paio d'ore, noi blogger abbiamo fatto le domande e Boiron è stato molto disponibile a rispondere a tutto ciò che gli e' stato chiesto supportato dal medico omeopata Alessandro Targhetta che ha esposto il suo pensiero da medico allopata (medicina tradizionale) ma anche da omeopata.

Finita la serata ci e' stato donato uno dei dipinti fatti per la serata e una sacchetto con del materiale informativo e un'agendina targata OmeoArt.

Prima di questa serata non sapevo poi molto sull'omeopatia, sapevo cos'era ma non me n'ero mai interessato piu' di tanto… ma la discussione, il confronto e il pensiero di chi ci lavora e ci vive mi ha portato ad approfondire.

Le cose che reputo piu' importanti e che meritano di essere sottolineate sono:

– farla finita con il contrasto omeopatia VS allopatia, una cosa non esclude l'altra, l'omeopatia puo' essere un'alternativa, ma cosa MOLTO più importante può essere affiancata all'allopatia, mi spiego meglio, se siamo soliti curarci con i farmaci "classici" nulla esclude di affiancare un medicinale omeopatico a supporto del primo.

Esatto, Boiron in persona non rinnega la medicina tradizionale, anzi, però suggerisce di affiancare quella omeopatica, per aumentare la possibilita' di guarigione ed anche i tempi.

– i farmaci omeopatici non hanno effetti collaterali, questo perchè essendo estremamente diluiti l'assunzione del farmaco omeopatico non può dare fastidio anche in soggetti allergici o con patologie particolari.

– e' importante distinguere due macro categorie di farmaci omeopatici, quelli a nome comune e le specialità. I primi contengono uno o più componenti ottenuti da sostanze provenienti dal mondo vegetale, minerale o animale. Il medico omeopata sceglie i componenti necessari che corrispondono ai sintomi del paziente e da li crea il farmaco ad hoc. I secondi ovvero le specialità, indicano prodotti sviluppati specificamente da Boiron e possiedono un nome proprio o per meglio dire un "marchio". Esse hanno indicazioni terapeutiche e vengono utilizzate per l'automedicazione. Le specialità possono essere prescritte da un medico ma anche consigliate dal proprio farmacista.

– il costo, i farmaci omeopatici a differenza di molti medicinali tradizionali per l'automedicazione hanno un costo inferiore.

Dopo la serata, ho deciso di testare un medicinale per un problema e quindi ho avuto modo per la prima volta di provare i medicinali omeopatici e devo dire che ne sono rimasto piacevolmente sorpreso e soddisfatto, i sintomi sono andati via dopo un paio di giorni.

Da questa esperienza per me positiva ho deciso che in futuro continuerò' ad usarli, e voi? Avete mai utilizzato farmaci omeopatici? Qual è stata la vostra esperienza?

Per concludere quest'avventura nel mondo dell'Omeopatia, racconto un piccolo aneddoto che si è verificato proprio nella sede di Boiron Italia… come detto all'inizio dell'articolo, nel corridio principale c'erano sistemati per terra tutti i quadretti, alla fine della discussione ci è stato detto che andando via potevamo prendere un quadretto in ricordo della serata, un gesto molto bello nonchè gradito, dov'e' la cosa strana? Beh mentre si percorreva il corridio per la registrazione mi sono fermato a fotografare uno dei quadri (vedete l'immagine qui sotto ) e indovinate quale mi sono portato a casa? Proprio quello che avevo fotografato, il tutto fatto involontariamente, eppure i quadri fatti per la serata sono una serie di 40 unità, intotalata "Connessione nell'Universo", quando si dice il destino…

Tirando le somme, è stata una bella serata, organizzata bene, dove Boiron in persona si è messo in gioco, quindi i miei complimenti vanno a Christian Boiron in persona e a tutte le persone che si sono messe a disposizione per l'evento.

Articolo sponsorizzato

Condividi con ebuzzing

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

Rispondi